D.ssa Siragusa Daniela

Dott.ssa Daniela Siragusa

Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia, Medico Estetico.

Istruzione e formazione.

Laurea in MEDICINA e CHIRURGIA conseguita presso l’Università degli Studi di Palermo il 29/07/2002 (in corso) con una tesi dal titolo “tecniche di diagnosi prenatale” riportando la votazione di 110/110 e lode e menzione della tesi.
Specializzazione in  GINECOLOGIA E OSTETRICIA  conseguita presso l’Università degli Studi di Palermo il 30/10/2007 con una tesi dal titolo “ diagnosi precoce del carcinoma cervicale nella popolazione madonita: limiti e proposte”,  riportando la votazione di 50/50 e lode. Diploma di Specializzazione in  Medicina Estetica con lode presso la SIME-FIF (Scuola quadriennale Internazionale di Medicina Estetica – Fondazione Fatebenefratelli) di Roma nel 2017, diretta da E. Bartoletti M.D. presidente della Società Italiana di Medicina Estetica; presentando una tesi sperimentale dal titolo:”Il ringiovanimento armonico e tridimensionale del volto come progetto globale, dal management domiciliare ai trattamenti ambulatoriali”, relatore  E.Bartoletti M.D. e correlatore Fabrizio Melfa M.D.  .

Esperienza Lavorativa.

Dal. Nov 2007 Medico di Guardia Specialistica Ostetrico-Ginecologica presso la Nuova Casa di Cure Demma (Palermo). Dal Dicembre 2013 è accreditato presso la Casa di Cure Candela e Triolo Zancla di Palermo. Da Luglio 2015 Medico di Guardia Specialistica Ostetrico-Ginecologica presso la Clinica Candela di Palermo. Da Marzo 2016 Medico con contratto Libero-Professionale presso presso Unita’ Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia del Ospedale Buccheri la Ferla FATEBENEFRATELLI di Palermo responsabile Dott.ssa Maria Rosa D’Anna .

Attività ambulatoriale di Ostetricia con monitoraggio della gravidanza fisiologica e a rischio e assistenza al parto.
Attività ambulatoriale di Ginecologia con screening della patologia cervicale (pap-test, HPV-DNA test, colposcopia e biopsia e diatermocoagulazione e conizzazione con ansa diatermica e laser assistita), ecografia pelvica transaddominale e transvaginale, isteroscopia, contraccezione, menopausa e attività chirurgica.

Attività ambulatoriale di Medicina Estetica con soluzioni dermocosmetiche infiltrative (biostimolazione, filler) e Laser-assistite: Laser CO2 (rughe, cheratosi, cicatrici post-acneiche, verruche e condilomi, crono e photoaging, difetti di pigmentazione, nevi dermici). Monnalisa Touch (trattamento di ringiovanimento vaginale per atrofia e secchezza vaginale), Laser vascolare e Laser a Diodi per epilazione.

Mi puoi trovare anche su facebook al Link

oppure su www.lamedicinaestetica.it

D’Anna ginecologa Palermo

Mediaging

Fabrizio Melfa

CHIEDI IL MEGLIO PER LA TUA ARMONIA

Desideri ritrovare la tua femminilitá ?

Da oggi è possibile senza dolore, senza effetti collaterali, in solo pochi minuti.

MonnaLisaTouch™ è un trattamento laser indolore e mininvasivo di ringiovanimento vaginale. Agendo delicatamente sui tessuti della mucosa vaginale, il laser stimola la produzione di collagene, migliorando la funzionalità della zona trattata e ripristinando il corretto equilibrio trofico della mucosa.

OSTETRICIA

L’ostetricia è una specializzazione della medicina che si occupa dell’assistenza alla donna durante la gravidanza, il parto ed il puerperio. Essa studia le normali modificazioni che avvengono all’interno del corpo femminile durante i nove mesi della gravidanza, durante le fasi del parto e durante il puerperio, l’immediato periodo dopo il parto. Si occupa inoltre di tutte le condizioni patologiche che possono insorgere a carico della madre e del sistema feto- placentare.

daniela-siragusa-laser-per-gin-960

COS’È L’ATROFIA VULVO-VAGINALE

L’atrofia vulvo-vaginale è una condizione che può insorgere quando la produzione degli estrogeni diminuisce a causa della menopausa, sia naturale sia indotta (per esempio nei casi di terapie oncologiche per alcun tumori sensibili agli ormoni femminili, come quelli al seno), o a seguito di interventi chirurgici. Il calo degli estrogeni provoca infatti una perdita di turgore e di elasticità dell’epitelio vaginale e una scarsa lubrificazione. Come conseguenza, possono insorgere alcuni disturbi che incidono molto sulla qualità di vita di una donna e sulle relazioni di coppia. I più frequenti sono: secchezza vaginale, irritazione, prurito, bruciore, dolore durante il rapporto sessuale (dispareunia) e incontinenza urinaria. Si stima che soffrano di questi problemi, in modo più o meno grave, circa la metà delle donne in postmenopausa. 

L’AZIONE DEL LASER FRAZIONATO A CO2

GINECOLOGO DONNA – GINECOLOGO DONNA PALERMO – MEDICO ESTETICO

Il MediAging program è un percorso studiato per il Benessere del paziente, utilizzando quelle attività mediche che rientrano nell’ambito della Nutrizione, della Dietologia, della Medicina estetica, della Antiaging della pelle,  della Flebolinfologia, della Laserterapia ed anche dei moderni aspetti inerenti alla Genetica.

Mediante lo stimolo a un’alimentazione equilibrata, a uno stile di vita corretto, all’incentivazione verso il movimento graduale ma costante, al raggiungimento di un equilibrio mentale, alla scelta delle più idonee e personalizzate scelte terapeutiche per il trattamento degli inestetismi del corpo e del viso (ultimamente con l’ausilio degli innovativi trattamenti ZO SKIN HEALTH), il MediAging program ormai presente in tante sedi della Sicilia, si occupa delle esigenze dei pazienti.

Un programma serio e concreto che consente allo staff MediAging di diagnosticare in maniera preventiva condizioni che permettono di scongiurare certe patologie; di programmare trattamenti antiaging per contrastare la formazione di rughe nel viso e quindi mettere in atto scelte idonee per il ringiovanimento del viso e del corpo; di utilizzare la moderna tecnologia come la laserterapia per varici oppure i  nuovissimi laser a bassa potenza per eliminare inestetismi come la “cosiddetta cellulite”.

Trattamento Corpo

Trattamento Corpo

  • Cos’è la TRAP

    A differenza delle classiche scleroterapie, con la T.R.A.P. non chiudiamo i vasi, ma riduciamo il loro calibro, rendendoli più forti e funzionali.

    Le patologie del circolo venoso colpiscono circa il 50% della popolazione femminile durante la pre‒menopausa e la menopausa. L’ereditarietà e lo stile di vita influiscono sulla comparsa anticipata di questi inestetismi, spesso accompagnati dal fastidioso sintomo “gambe pesanti”, da edema malleolare (alle caviglie) e dalla facile stancabilità degli arti inferiori.

    Dopo un check‒up medico‒estetico prendiamo in carico globalmente il paziente: verrà corretta la postura, l’appoggio plantare, il peso, l’abbigliamento e tutti i fattori che concorrono nella riduzione del ritorno venoso.

    Il trattamento fleboterapico vero e proprio con TRAP consiste nell’iniettare una sostanza (Sodio Salicilato in glicerolo) con una determinata concentrazione ed un adeguato protocollo anatomico cronologico in tutti i vasi visibili e non, patologici e non. Il distretto venoso non visibile ad occhio nudo verrà intercettato con una luce a fibre ottiche che è in grado di mettere a fuoco le vene ipodermiche ad una certa profondità.

    Con questa metodica avremo il definitivo miglioramento estetico (no capillari) ed una ripresa della funzione valvolare (dove possibile), con la scomparsa del sintomo “gambe pesanti”.

    Per concludere:
    La TRAP è una metodica iniettiva non obliterativa che agisce sulle pareti dei vasi del circolo perforante e superficiale, per intenderci non è come la tecnica sclerosante che invece chiude, oblitera le vene trattate ma non risolve il problema a monte rischiando una recidiva o una formazione di altre venule o capillari dopo poco tempo.
    Con la TRAP prima di avere effetti visibili ed estetici sulle varici si ha la scomparsa della sensazione soggettiva di gambe pesanti segno di cura e non di obliterazione delle vene trattate. Il trattamento non è aggressivo ed è senza effetti collaterali di rilievo.

  • Tra i trattamenti più innovativi in campo medico-estetico adottiamo anche la Radiofrequenza EndyMed PRO™, che propone soluzioni medico estetiche di alto livello, tutte su una piattaforma flessibile. EndyMed PRO™ offre infatti i massimi livelli qualitativi, i più alti per ciò che concerne l’innovazione nel settore e una maggiore flessibilità.

    In Particolare la Radiofrequenza EndyMed Pro 3DEEP® è una Tecnologia basata sulla scienza, che comprende un’innovativa radiofrequenza multisorgente a fase controllata, sicura ed efficace.

    3DEEP® utilizza una serie di elettrodi multipli e un algoritmo sofisticato per gestire la fase di energia che fluisce tra i gruppi di elettrodi. Una radiofrequenza che penetra più in profondità  e che consente di ottenere i migliori risultati, ottimizzare i tempi e portare la qualità del trattamento ai massimi livelli disponibili.

    BENEFICI PER IL PAZIENTE

    Efficacia ai massimi livelli
    Possibilità di trattamenti approfonditi e personalizzati
    Una Sicurezza ottimale con il minimo disagio e senza effetti collaterali
    Trattamento di breve durata con tempi d’inattività minimi
    Miglioramento immediato visibile
    Risultati a lungo termine

    endymed pro3deep_2

  • tecnologia all’avanguardia per risolvere il problema dell’aspetto della cute a buccia d’arancia e quindi la cellulite.

    E’ basata sulla tecnologia ELOS (Sinergia Elettro Ottica) ed incorpora in sè tre tecnologie in grado di riscaldare in profondità la cute e di manipolare meccanicamente la pelle grazie ad un laser infrarosso, una radiofrequenza bipolare e ad un massaggio in aspirazione.

    PRESSO I CENTRI MEDIAGING DELLA SICILIA TROVATE LA NUOVA TECNOLOGIA ELOS.

    VelaShape e VelaSmooth PRO sono la concreta alternativa alle tecniche invasive per contrastare cuscinetti, adiposità localizzate, buccia d’arancia, cellulite e per rimodellare e ridare tonicità ai tessuti.

    Prima piattaforma medica al mondo approvata da FDA per la riduzione delle circonferenze ed il trattamento della cellulite. Il sistema elos presente in VelaShape permette di utilizzare la Radiofrequenza Bipolare con Vacuum e Luce Infrarossi.

    VelaShape associa questo metodo esclusivo ad un manipolo che esegue un massaggio profondo.

    Il Vacuum provvede alla vasodilatazione ed al contatto con la Radiofrequenza Bipolare. Il massaggio ammorbidisce e mobilita i tessuti, raggiungendo la profondità degli strati ipodermici. La combinazione tra Vacuum e Luce Infrarossi permette un forte riscaldamento generale del derma stimolando la tonificazione e il rassodamento della pelle attraverso la riduzione della cellulite. Inoltre, l’emissione controllata e ottimizzata della RF comporta una più profonda capacità di penetrazione ed un maggiore picco della temperatura nel tessuto sottocutaneo.

    Il sistema è dotato di due differenti applicatori (body & contour) per il trattamento di tutte le aree del corpo, non solo dei glutei, addome, cosce, fianchi, ma anche collo, viso, braccia, interno cosce e ginocchia.

    La sensazione di rilassatezza e benessere è immediata.

    LA TECNOLOGIA VELASMOOTH PRO E VELASHAPE E’ PRESENTE PRESSO I CENTRI DI PALERMO ‒ CATANIA ‒ TERMINI IMERESE E CASTELVETRANO

  • Cos’è la TRAP

    A differenza delle classiche scleroterapie, con la T.R.A.P. non chiudiamo i vasi, ma riduciamo il loro calibro, rendendoli più forti e funzionali.

    Le patologie del circolo venoso colpiscono circa il 50% della popolazione femminile durante la pre‒menopausa e la menopausa. L’ereditarietà e lo stile di vita influiscono sulla comparsa anticipata di questi inestetismi, spesso accompagnati dal fastidioso sintomo “gambe pesanti”, da edema malleolare (alle caviglie) e dalla facile stancabilità degli arti inferiori.

    Dopo un check‒up medico‒estetico prendiamo in carico globalmente il paziente: verrà corretta la postura, l’appoggio plantare, il peso, l’abbigliamento e tutti i fattori che concorrono nella riduzione del ritorno venoso.

    Il trattamento fleboterapico vero e proprio con TRAP consiste nell’iniettare una sostanza (Sodio Salicilato in glicerolo) con una determinata concentrazione ed un adeguato protocollo anatomico cronologico in tutti i vasi visibili e non, patologici e non. Il distretto venoso non visibile ad occhio nudo verrà intercettato con una luce a fibre ottiche che è in grado di mettere a fuoco le vene ipodermiche ad una certa profondità.

    Con questa metodica avremo il definitivo miglioramento estetico (no capillari) ed una ripresa della funzione valvolare (dove possibile), con la scomparsa del sintomo “gambe pesanti”.

    Per concludere:
    La TRAP è una metodica iniettiva non obliterativa che agisce sulle pareti dei vasi del circolo perforante e superficiale, per intenderci non è come la tecnica sclerosante che invece chiude, oblitera le vene trattate ma non risolve il problema a monte rischiando una recidiva o una formazione di altre venule o capillari dopo poco tempo.
    Con la TRAP prima di avere effetti visibili ed estetici sulle varici si ha la scomparsa della sensazione soggettiva di gambe pesanti segno di cura e non di obliterazione delle vene trattate. Il trattamento non è aggressivo ed è senza effetti collaterali di rilievo.

  • Botulino: Sicurezza ed efficacia provate scientificamente

    Aiteb37È ancora elevato il grado di diffidenza che c’è in Italia nei confronti del botulino. Nonostante le informazioni ormai facilmente disponibili anche in rete e il suo utilizzo ventennale nel mondo con milioni di persone trattate, la tossina botulinica rimane poco conosciuta nel nostro Paese. Testimonianza sono le pagine più visitate sul portale www.aiteb il sito di Aiteb – Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino: più del 25% delle visite si concentra sulle informazioni base della tossina, sulle definizioni, sulle possibili complicanze e nell’area domande/risposte. L’attenzione è però particolarmente elevata: il tempo medio dedicato alla lettura di una pagina sfiora infatti i 3 minuti.

    «Sono dati che confermano un quadro di conoscenza approssimativa: a fronte di un farmaco che ha grandi potenzialità in medicina, non solo a fini estetici, e ampi livelli di sicurezza si tende a far prevalere il “sentito dire”, la notizia di gossip e il pettegolezzo», afferma Massimo Signorini presidente di Aiteb. «C’è la tendenza inoltre a confondere la tossina con altri iniettabili anche se botulino e filler hanno effetti molto diversi e nell’immaginario collettivo permane l’errata concezione che il botulino possa paralizzare le espressioni del volto. Non è così».

    Aiteb è nata con la volontà di fare chiarezza sui temi del botulino. Il sito che è stato realizzato, e recentemente anche aggiornato nella grafica, si propone quale valido strumento per fugare i dubbi dei pazienti e per formare i medici. «Con il recente restyling di aiteb.it siamo andati a perfezionare uno strumento di dialogo tra gli specialisti ed i pazienti e tra gli specialisti ed i medici nell’ottica offrire delle risposte certe ai primi e dei momenti di professionalizzazione ai secondi», aggiunge Signorini. Per esempio, «La sezione domante/risposte permette ai pazienti di interfacciarsi direttamente con i massimi esperti italiani della tossina botulinica sottoponendo domande e quesiti. Inoltre, abbiamo sviluppato pagine per spiegare cos’è la tossina, come agisce e quali gli effetti avversi che può avere, il tutto con l’obiettivo di fare sempre più chiarezza».

    Molto sinteticamente, il botulino si caratterizza essenzialmente per tre elementi, spiega il vicepresidente di Aiteb Giuseppe Sito: «Innanzitutto è un farmaco, quindi sottoposto ad una serie di controlli ed autorizzazioni rigorosi oltre che a studi e ricerche continui. Non viene usato solamente nella distensione delle rughe del volto, ma anche nella cura di alcune patologie come l’iperidrosi e la cefalea. È bene che sia un medico opportunamente formato ad utilizzarlo. In secondo luogo: non paralizza e non ha effetti permanenti. Il trattamento estetico con tossina botulinica non causa un’espressione facciale rigida e fissa, ma conferisce al volto un aspetto naturale e riposato. Una volta iniettato, il farmaco interferisce nel rilascio delle sostanze mediatrici dell’impulso motorio tra nervo e muscolo. Questo causa un effetto di distensione della pelle e quindi delle rughe; a differenza dei filler – che non sono farmaci – non gonfia. Terzo: non ha effetti collaterali gravi. Anzi, se eseguito correttamente il trattamento con tossina botulinica è quello con la minore percentuale di effetti collaterali o complicanze in medicina estetica. La letteratura scientifica non riporta episodi di complicanze definitive». Aggiunge Sito: «Occorre inoltre considerare un fatto che quanti hanno fatto ricorso al botulino già hanno sperimentato direttamente: un recente studio ha dimostrato che la tossina botulinica provoca la stimolazione dei fibroblasti, quindi un notevole miglioramento della qualità della pelle nel suo complesso».

    Una postilla di carattere terminologico: «Botox non è sinonimo di “punturina”, ma è il nome commerciale utilizzato negli USA di un singolo prodotto. In Italia sono autorizzati e commercializzati tre marchi di tossina botulinica per uso estetico: Vistabex (prodotto dalla statunitense Allergan), Azzalure (prodotto dall’inglese Ipsen) e Bocouture (della tedesca Merz)», puntualizza Sito.

    Fonte http://tossinabotulinica.com/

  • FILLER PER IL RIEMPIMENTO DI RUGHE E DEPRESSIONI

    Filler di acido ialuronico

    10417748_794188163935151_8517543345607385409_nCon il termine filler (riempitivo) si indica un materiale riassorbibile e biocompatibile, che viene iniettato, con una metodica mini invasiva, in aree in cui:

    • la struttura della pelle si è assottigliata creando rughe e grinze
    • dove si sono formate depressioni a causa di un trauma
    • dove si vogliono ripristinare od aumentare i volumi di strutture come labbra e zigomi
    • per la correzione delle cicatrici ipotrofiche
    • per la correzione delle occhiaie
    • per rimodellare l’ovale del viso
    • Le rughe sono tra i primi segni visibili dell’avanzare dell’età. Un viso segnato da una rete di solchi appare stanco e trascurato. Le rughe sono come piccole fratture del derma: lo scopo del filler è quello di determinare un riempimento del solco cutaneo.

    I volumi del volto come di labbra e zigomi costituiscono la struttura di sostegno della cute: il ripristino di tali volumi, diminuiti nel fisiologico processo di invecchiamento, conferisce dunque un aspetto più vitale e rilassato al volto ed il ripristino o la correzione delle corrette proporzioni anatomiche.

    La metodica consiste nell’iniezione nel derma o sottocute (effettuata con un ago monouso sottilissimo o con una piccola cannula) di tali sostanze. L’applicazione è abbastanza rapida, previa applicazione di un anestetico locale in crema per almeno 30 minuti si riduce sensibilmente il lieve fastidio dell’infiltrazione che risulta comunque ben tollerato dal paziente.

    I materiali usati sono a completo riassorbimento (acido ialuronico crosslinkato) e la durata della correzione è di alcuni mesi. Si è notato un aumento del tempo di permanenza del filler nelle successive applicazioni.

    I vantaggi dell’ infiltrazione di acido ialuronico

    Rispetto alle tecniche chirurgiche per il ringiovanimento e l’aumento di volume di alcune porzioni del viso, i filler hanno alcune differenze che li rendono non tanto il sostituto, quanto il complemento ideale per ottenere un viso liscio e dalle armoniche curve naturali.

    In particolare, i filler sono:

      • ideali per ottenere un rimodellamento dolce e graduale
      • ideali per un esito naturale
      • adatti a chi teme interventi invasivi
      • non implicano preparazione pre chirurgica
      • non invalidano le normali attività
      • economici
  • Cosa è il Peeling?
    Peeling (dall’inglese to peel) significa rimozione rapida e controllata dei piani esterni del rivestimento cutaneo, mediante l’applicazione locale di sostanze (per lo più acidi organici) in grado di scindere i legami che tengono unite le cellule. In base alla potenza dell’agente cheratolitico utilizzato, il peeling può essere superficiale, medio o profondo.

    I peeling superficiali e medio-superficiali (soft-peeling), attraverso la rimozione dello strato corneo, rendono immediatamente più luminosa la superficie cutanea, che acquisisce anche una maggior levigatezza. Tutti i quadri connessi all’invecchiamento cutaneo, da quelli più iniziali ai più avanzati, trovano possibilità di miglioramento con i soft-peeling. Tale terapia viene inserita in un programma più ampio, di volta in volta impostato sulla base delle problematiche del paziente, emerse in seguito a un check up cutaneo, procedimento diagnostico che deve precedere qualsiasi trattamento correttivo del volto. Provvedimenti igienico-preventivi, volti a normalizzare la fisiologica cutanea, mediante l’uso regolare di cosmetici adeguati, sono sempre indispensabili. In ambito dermatologico, alcuni peeling si collocano tra le terapie in grado di contribuire al miglioramento dell’acne.

    Modalità di esecuzione
    Il peeling si effettua in singoli trattamenti ad intervalli di circa 15-30 giorni. Il numero delle sedute è variabile in funzione dell’obiettivo da raggiungere, dell’agente chimico utilizzato e della risposta individuale. Durante la seduta si applica l’acido con un pennello o un batuffolo di cotone; la paziente avverte una sensazione di bruciore, di variabile intensità, in relazione anche al grado di sensibilità individuale, che scompare non appena l’acido viene neutralizzato, per lasciar spazio ad una percezione di calore, legata alla vasodilatazione locale. Il disagio è, normalmente, assai ben tollerato.

    Che tipo di risultati si ottengono con il peeling?
    Con un soft peel è lecito aspettarsi: una maggiore lucentezza, levigatezza ed elasticità della superficie epidermica; una lieve riduzione del diametro degli osti follicolari (i cosiddetti “pori”); una maggiore uniformità del colorito cutaneo, con attenuazione delle iperpigmentazioni (soprattutto se i peelings vengono ripetuti e si associa l’uso di prodotti depigmentanti), un’attenuazione delle rughe più sottili. Non è possibile prevedere l’entità di tali miglioramenti, poiché la qualità della risposta e il numero di trattamenti necessari per ottenerla dipendono da molteplici fattori, quali il tipo di compromissione iniziale, l’età, la reattività individuale, le condizioni ambientali, lo stile di vita.

    Acido Mandelico
    L’acido mandelico fa parte di un’ampia famiglia di composti presenti in natura e chiamati alfa-idrossiacidi. Poiché molti di essi derivano dalla frutta sono anche chiamati “acidi della frutta”. L’acido mandelico riesce a essere efficace senza indurre con la sua azione bruciore o rossore cutaneo immediato. Agisce in relazione alla sua concentrazione, favorendo il turn over cellulare ed ha anche proprietà antibatteriche e depigmentanti. E’ indicato per la cute sensibile.

    Acido Glicolico
    Fa parte di una famiglia di composti presenti in natura e chiamati alfa-idrossiacidi. Poiché molti di essi possono essere estratti dai vegetali, sono anche chiamati “acidi della frutta”. L’acido glicolico, in particolare, è contenuto nella canna da zucchero. Le formulazioni a base di acido glicolico agiscono in maniera differente, in relazione alla loro concentrazione, al grado di acidità non tamponata (ossia non neutralizzata), ed al tempo di permanenza sulla pelle. A basse concentrazioni (4-15%), applicato quotidianamente, sotto forma di preparazione cosmetica, l’acido glicolico è in grado di rimuovere solo le squamette cornee più superficiali, già parzialmente sollevate, contribuendo a produrre l’effetto ottico della luminosità. Inoltre, i cosmetici a base di acido glicolico sono in grado di aumentare la capacità delle proteine dell’epidermide di trattenere acqua, incrementando, in tal modo, l’ idratazione cutanea. Ad alte concentrazioni (30-90%), l’acido glicolico provoca il distacco delle cellule epidermiche più profonde, permettendo di realizzare il peeling medico-estetico.

    Acido Piruvico
    L’acido piruvico è un alfa chetoacido fortemente lipofilo, il che ne permette la penetrazione nel follicolo pilo sebaceo, sede dell’acne; pur avendo un’azione superficiale, produce un effetto desquamante a livello corneo. Effettua inoltre un’intensa stimolazione delle cellule dello strato germinativo avviando, così, il processo di rinnovamento cellulare della pelle. L’acido piruvico possiede anche delle proprietà anti–microbiche che lo rendono particolarmente indicato nei casi di acne anche in fase attiva.

    Acido Salicilico
    L’acido salicilico è un analogo molecolare dell’acido acetilsalicilico, meglio noto come aspirina. L’acido salicilico pure avendo un’azione superficiale, produce un effetto desquamante a livello corneo superiore a qualsiasi altro agente chimico. Stimola delle cellule dello strato germinativo avviando, così, il processo di rinnovamento cellulare della pelle. L’acido salicilico possiede anche delle proprietà antimicrobiche che lo rendono particolarmente indicato nei casi di acne anche in fase attiva.

    Acido Tricloroacetico (TCA)
    Il TCA è un agente chimico di peeling capace di causare un’esfoliazione superficiale della cute provocando il distacco della pelle “morta” in circa 10 giorni. Il TCA distrugge chimicamente le cellule superficiali dell’epidermiche e stimola gli strati profondi a rimpiazzare le cellule desquamate. Se ripetuto a breve distanza di tempo e se utilizzato a concentrazioni più elevate può agire più in profondità dando una stimolazione al rimodellamento del collagene nei mesi successivi al trattamento. 8-10 giorni il recupero di una vita normale.

    Peeling PRX-T33
    Si tratta di un peeling a base di acido tricloracetico ad alta concentrazione assolutamente non aggressivo grazie alla presenza del perossido di idrogeno che ne modula l’azione. Permette una stimolazione del derma con azione sul chrono e photoaging, contrastando la perdita di tonicità del viso, collo e décolleté. E’ indicato anche nel trattamento delle cuti acneiche e, grazie alla presenza dell’acido cogico che ha un’azione depigmentante, può avere una certa utilità nel trattamento delle cuti discromiche. Il protocollo standard prevede circa 5 sedute a cadenza settimanale; generalmente è ben tollerato, dando solo un leggero arrossamento al termine della seduta e una lieve desquamazione nei giorni successivi e non è fotosensibilizzante.

  • Rimozione xantelasma con laser CO2... rapido, indolore e senza punti di sutura!! Risultato a 20 giorni...
     
  • Trattamento combinato con cosmeceutici Zo Obagi e laser q-switched per il trattamento delle macchie cutanee.

  • MIGLIORAMENTO DEI PARAMETRI CUTANEI CON COSMECEUTICI DEL DOTT. Z.
    OBAGI NEL RINGIOVANIMENTO DEL VISO. STUDIO MULTICENTRICO SU 44 PAZIENTI

    D. Siragusa, Palermo, F. Melfa, Pavia

    INTRODUZIONE

    Fra le terapie mediche maggiormente richieste al medico estetico, chirurgo plastico e dermatologo ci sono quelle inerenti il ringiovanimento del viso. Negli ultimi anni si sono moltiplicati prodotti, tecniche e tecnologie che si possono utilizzare. Uno degli aspetti che ultimamente riscuote maggiore interesse visti gli esaltanti risultati è la cosmeceutica personalizzata, combinata ad altre tecniche come peeling, radiofrequenza, laser, tossina botulinica, idrossiapatite di calcio e fillers.

    OBIETTIVI

    Lo studio si è posto l’obiettivo di valutare 44 pazienti in trattamento combinato domiciliare e ambulatoriale, standardizzando un approccio a step per il ringiovanimento del viso partendo dal miglioramento serio e profondo dello strato dermo-epidermico con cosmeceutici attivi, seguiti da tutta una serie di tecniche e/o tecnologie ben conosciute adottate dalla comunità
    scientifica. MATERIALI E METODI Utilizzando una specifica cartella clinica sono state registrate, durante la prima visita, una serie di valutazione obiettive legate allo stato di salute della pelle e alle caratteristiche patologiche o inestetiche della stessa. I dati raccolti in cartella clinica sono stati integrati ai dati dello strumento diagnostico computerizzato A-one Smart – BOMTECH. Tale
    strumento, oltre a registrare foto standardizzate a luce fredda, wood e polarizzata, elabora una serie di variabili legate alla caratteristica della pelle come: elasticità, idratazione, sebometria, numero e grandezza dei pori dilatati, densità in % dell’area pigmentata. Sono stati arruolati 44 pazienti (42 donne e 2 uomini); sono state utilizzate dei criteri di inclusione e di esclusione dallo studio. I dati registrati durante tutto il periodo dello studio sono stati aggregati e sviluppate le elaborazioni statistiche, valutando percentuali di miglioramento con associate le deviazioni standard.
    RISULTATI I risultati inerenti tutti pazienti e su tutte le variabili registrate hanno documentato un miglioramento percentuale importante con un valore aggiunto straordinario dato dal fatto che la deviazione standard calcolata è scientificamente rilevante. Ciò significa che la media dei valori registrati è assolutamente affidabile e che i dati sono statisticamente significativi.

    CONCLUSIONI

    Lo studio su 44 pazienti ha dimostrato che l’utilizzo di cosmeceutici attivi formulati dal dermatologo americano Zein Obagi, con una prescrizione personalizzata, associati a tecniche e tecnologie di
    medicina estetica già acclarate, nell’ambito del “Lifting medico 3D to step” ha dimostrato un netto miglioramento dei parametri cutanei rilevati, statisticamente e scientificamente rilevante. Tale
    approccio ha determinato un migliore risultato estetico rispetto ai risultati ottenuti senza l’utilizzo di tali cosmeceutici. KEYWORDS Elastosi, melasma, cicatrici, Filler, Tossina Botulinica, Lifting
    medico 3DtoStep, Radiofrequenza 3Deep, Peeling by Zein Obagi, 3 step peel, Controlled depth peel.

CORPO DIETOLOGIA E NUTRIZIONE TRAP – Fleboterapia 
 VISO LASER TECNOLOGIA ZO Skin Health by Z.Obagi 
 
  • SIME 2018 39° Congresso

    39° Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME) 
    13° Congresso Nazionale dell’Accademia Italiana di Medicina Anti-Aging (AIMAA)

    Conclusa la seconda e per me piu impegnativa giornata di congresso, tante emozioni in soli 7 minuti… fiera di me e infinitamente grata al mio più grande motivatore e guida professionale Dr Fabrizio Melfa ed al Presidente Prof Emanuele Bartoletti per la formazione ricevuta e per il senso di appartenenza alla SIME!

    Presentazione 39° Congresso SIME

    Il Presidente della SIME Emanuele Bartoletti presenta il 39° Congresso Nazionale della Società italiana di Medicina Estetica.Nel video illustra i Main Topics che verranno discussi durante il Congresso, ricordando il tema principale "L'Eleganza in Medicina Estetica".Per maggiori informazioni:http://www.lamedicinaestetica.it/39-congresso-sime-13-congresso-aimaa.html

    Pubblicato da La Medicina Estetica su Martedì 23 gennaio 2018
  • 21 Congresso SIES 208

    Congresso di Medicina Estetica

    SIES 2018  dal 23 al 25 Febbraio 2018

    La mia relazione: “ Normalizzazione e miglioramento dei parametri cutanei con cosmeceutici by Zein Obagi nel lifting medico 3D To step. Studio multicentrico su 44 pazienti seguiti per oltre 18 mesi”, al Congresso SIES di Medicina Estetica tenutosi a Bologna.

     

     

    sies_2018_bologna_1
    sies_2018_bologna
zo-skin-health1-e1372599664443
GINECOLOGO DONNA – GINECOLOGO DONNA PALERMO – MEDICO ESTETICO
ZO SKIN logo-2

ZO® Skin Health, Inc sviluppa e offre soluzioni innovative in grado di migliorare la cura e la salute della pelle basate sui più recenti progressi nelle tecnologie nelle terapie per la cura della pelle, con sistemi di rilascio unici, complessi biotecnologici e formulazioni esclusive. Fornendo i programmi di cura della pelle completi per i medici e i loro pazienti, ZO Skin Health Inc., fa da ponte tra la cura della pelle terapeutica e la cura della pelle quotidiana rendendo possibile per ogni paziente avere una pelle sana, indipendentemente dalla loro età, etnia o specifiche problematiche della pelle.

Dott.ssa  Daniela Siragusa

Specializzata in Ginecologia e Ostetricia & Medicina Estetica. A Palermo – Marsala – Castelvetrano.
Cellulare: 3929040271
Riceve per appuntamento negli studi di :
Via Ingegneros, 42 Palermo. Tel.:327 6880225
Via Edoardo Alagna, 108 Marsala. Tel.:320 8484918
Via Leonardo Centonze, 8 Castelvetrano
N Ordine 563462345 P.Iva:05674650824

Dott.ssa Daniela Siragusa

Per contattarmi compila tutti i campi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Oggetto

Il tuo messaggio

Compilando ed inviando questo modulo si accetta il trattamento dei dati personali in conformità con l’art. 10 Legge 675/96 sulla privacy. ACCETTO

[recaptcha]

Inline
Inline